Peter Murage

MOOF AFRICA

Peter Murage è nato nella contea di Nyeri, nel Kenya centrale. È cresciuto in una piccola azienda agricola con dieci fratelli. Produrre abbastanza cibo in fattoria per nutrire tutta la famiglia è stata una sfida. Sua madre, che ha lavorato instancabilmente per fornirgli cibo in abbondanza, lo ha ispirato. Ha incoraggiato Peter a lavorare nella fattoria e ad essere vincolato al proprio sistema alimentare. Gli piaceva coltivare il cibo e desiderava favorirne la disponibilita e aiutare gli agricoltori locali ad aumentare i loro raccolti.

Dopo la scuola secondaria, Peter è entrato nell’università Jomo Kenyatta per studiare agricoltura e gestione delle risorse idriche. Dopo la laurea lo ha assunto il Ministero dell’Agricoltura in Kenya. Divenne un consulente territoriale che suggeriva consigli ai contadini rurali. All’inizio, Peter stava consigliando gli agricoltori sulla base di input sintetici e convenzionali, noto’ un temporaneo incremento nei raccolti, ma questi presto decrebbero e rimasero stagnanti. L’efficacia dei fertilizzanti stava diminuendo. Peter andò dai suoi capi al dipartimento e nessuno poteva fornire una risposta ragionevole.

Peter Murage
Peter Murage che mostra la patata dolce arancio resistente alla siccità a MOOF-KENYA

Perciò iniziò a cercare informazioni sulle alternative e si imbatte’ nell’agricoltura biologica in Kenya. Trovò una ONG locale che la promuoveva, ma stava ancora cercando qualcosa di più. Stava ricercando come l’agricoltura biologica era praticata negli altri paesi Ha poi viaggiato in Gran Bretagna per studiare l’agricoltura biologica. Studiando presso la più grande istituzione di ricerca sull’agricoltura biologica in Gran Bretagna, l’Henry Doubleday Research Association (HDRA), ora chiamata Garden Organic per 10 mesi, ha lavorato a fianco di scienziati e agricoltori.

Nel Regno Unito, Peter ha studiato Permaculture Design e successivamente si è formato in agricoltura sostenibile e sviluppo rurale all’Imperial College presso l’Università di Londra. Ha poi lavorato su larga scala con molti coltivatori biologici.

Peter Presenting Essentil oil Project
Peter presenta progetto Olio essenziale

Da entrambe queste esperienze, che comprendono sia la parte teorica sia l’abilita’ pratica delle mani, Peter si è convinto che l’agricoltura biologica fosse la scelta migliore per affrontare la sovranità del problema alimentare endemico in tutto il mondo.

La domanda fondamentale era come portare questa conoscenza ed esperienza alla sua comunità locale in Kenya. Il concetto di MOOF AFRICA è nato. Ha annotato la sua proposta e ha messo a punto la sua idea con gli amici nel Regno Unito. Con il loro sostegno, MOOF AFRICA è stata fondata a Nanyuki, in Kenya.

Il nome del centro è nato associando il Centro con la più grande attrazione geografica vicina, il Monte Kenya. Il nome locale era Kirinyaga, che è che è il luogo dove il loro dio ha condotto la popolazione locale, benedicendola con pioggia, terreno fertile e protezione. Il MOOF è stato registrato come Organizzazione non governativa (ONG) nel 2002. Fino ad oggi MOOF è stato attivo con corsi di formazione e workshop per portare l’agricoltura biologica nelle comunità rurali del Kenya. Peter è felice di vivere il suo sogno.

DSC01969

Peter Murage

Fattoria biologica

AG-Educazione

Alloggio

Ristorante

Sviluppo della comunità

Esempi concreti

Aiuta gli africani che si aiutano da soli

Goals

  1. Ospitare sia stagisti locali che internazionali e studenti di ricerca
    2. Ospitare conferenze locali e internazionali
    3. Tenere workshop e seminari
    4. Promuovere l’agrobusiness attraverso prodotti a valore aggiunto
    5. Condurre la formazione con i certificati presso la MOOF Organic Farm
    6. Dimostrare modelli efficaci per la permacultura e l’agricoltura biologica
    7. Collaborare con il governo e le ONG locali, FBOS e CBO per promuovere il progresso dell’agricoltura biologica
    8. Educare e informare le comunità locali sull’agricoltura biologica
    9. Per fornire Eco-friendly responsabile, viaggio e alloggio per gli stranieri
    10. Fornire cibo sano e sicuro alla comunità
    11. Aiutare a conservare l’ambiente locale
    12. Migliorare l’occupazione locale
    13, Condurre ricerche per l’agricoltura tropicale
    14. Creare un database per i professionisti dell’agricoltura biologica in Kenya
    15. Lobby e avvocato per la politica di agricoltura biologica